Mercato
Lingua
Internazionale
IT EN FR
USA
EN

QUICK CONTACT

Prisma Executive

Ambienti di lavoro e di studio

La pianta del Centro Direzionale di Levata, in provincia di Mantova, è un cerchio che si iscrive in un triangolo. Una forma pura che ha suggerito all’architetto Salvatori Pillitteri una soluzione d’avanguardia disegnata: un prisma rivestito di vetro.

Anno

2006

Architetto

Salvatore Pellitteri

Lighting Designer

Studio Perlini

Località

Via Caduti del Lavoro, 11, 46010 Curtatone MN, Italia

La pianta del Centro Direzionale di Levata, in provincia di Mantova, è un cerchio che si iscrive in un triangolo. Una forma pura che ha suggerito all’architetto Salvatori Pillitteri una soluzione d’avanguardia disegnata: un prisma rivestito di vetro. Proprio la semplicità geometrica ha stimolato la filosofia innovativa degli interni: gli specchi d’acqua e le cascate, gli ascensori panoramici, i giardini zen. Sono queste le caratteristiche dell’edificio, voluto dall’imprenditore Sergio Novellini per trasferirvi alcune sue società ed interamente illuminato da Targetti.

Alla filosofia orientale si sono sposate soluzioni tecnologiche d’avanguardia, come il controllo dell’intero edificio gestito da un sistema demotico che, ad esempio, è in grado di riconoscere gli utenti dai dati biometrici o dalle telecamere ad alta definizione. Sofisticato anche il sistema di climatizzazione, che prevede il recupero del calore (l’edificio triangolare offre tre diverse esposizioni al sole) e diffusori d’aria a getto orizzontale dal soffitto per maggior comfort.

Anche l’illuminazione è nel segno dell’innovazione, concepita per dare ad ogni ambiente un’atmosfera il più naturale possibile. Il compito è assolto negli uffici e nelle sale riunione dagli incassati ARIA per luce diffusa: La luce è morbida, l’emissione indiretta ed estremamente uniforme, in grado di assicurare il massimo comfort visivo creando quasi l’effetto di una finestra aperta. Per i corridoi e le zone comuni dell’edificio, la scelta è caduta sui downlight da incasso CCT FLASH, ancora una volta avendo quale particolare obiettivo la qualità dell’ambiente luminoso.

Esternamente, la facciata è illuminata con proiettori NANO PYROS: il design compatto – e le ottiche di alta precisione – ne rendono ideale l’utilizzo in un contesto come questo, dove bisognava intervenire con il minimo dell’invasività possibile ma senza alcuna rinuncia in termini di prestazioni e qualità dell’emissione luminosa. All’immagine notturna dell’edificio concorrono anche gli incassati a terra ICARE, che illuminano con luce radente la facciata ‘segnando’ i camminamenti perimetrali. Per l’illuminazione delle vasca d’acqua, infine, si sono utilizzati i proiettori professionali NEPTUNE da sommersione.

Altri progetti della stessa categoria

Zeisehof

Amburgo

Università Cattolica di Lione

Lione

Caisse des Écoles

Parigi

Questo sito web fa uso di cookie tecnici anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione. Per le informazioni sul loro funzionamento, disinstallarli dal tuo browser o negare il consenso ad alcuni cookie, leggi la policy dedicata . Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies, nel rispetto degli artt. 122, comma 1 e 154, comma 1, lett. h), del Codice della privacy. Info